COME CONTRASTARE IL FREDDO?

Un dilemma tipico di tutti i  runner è da sempre quello del ” Cosa indossare quando si corre con temperature vicine alle 0 termico?

C’è tanta confusione a riguardo, e spesso il freddo e le giornate corte rappresentano la causa maggiore di stop alla corsa nei mesi invernali.

Come in tutti i campi ognuno ha caratteristiche e condizioni uniche, abitudini, riti, ma nonostante questo ci sono dei passaggi fondamentali da rispettare, o meglio dei consigli da considerare per non incombere in infortuni o cali prestativi.

  1. Per iniziare scegliete capi stretti, attillati, per non permettere al freddo di penetrare e raffreddare la zona interessata.
  2. Non vestitevi  con troppi strati,  perchè  la traspirazione risulterebbe difficoltosa. Se avete la possibilità state ben coperti durante la fase di riscaldamento , per poi alleggerirsi man mano che l’intensità cresce.
  3. Indossare capi non traspiranti aumenta la sudorazione, e in caso di calo dell’intensità del lavoro  fisico, ci porterà ad essere più esposti a colpi di freddo.
  4. La scelta dell’indumento non dovrà  impedire la fluidità di movimento ( il sentirsi legati) prestare attenzione soprattutto  alla scelta di calzamaglie e magliette termiche
  5. Sul mercato si trovano capi di tutti i prezzi e di conseguenza di qualità differenti. Dietro la realizzazione  di una maglietta termica o di un paio di pantaloncini, spesso c’è tanto lavoro e ricerca. Questo comporta l’aumento di prezzo soprattutto causato dall’uso di materie prime di alta gamma. Visto le condizioni esterne mi sento di consigliare un investimento maggiore per puntare su materiale di qualità e più performante.

CAPO

I capelli rappresentano di per se una protezione naturale contro il freddo. Trovo inutile correre con cappelli di lana in queste circostanze, se non con una fascia che protegga le parti esposte ( fronte e orecchie).  Per i calvi naturalmente il discorso sarà differente ed un berretto potrà essere d’aiuto.

Correre con uno scalda collo che copra  bocca e naso renderà più difficoltosa la respirazione. L’aria che inspiriamo viene riscaldata e umidificata per favorire gli scambi gassosi. Se non vi trovate in condizioni ambientali particolari con temperature al di sotto dei -10°  meglio optare al non utilizzo di sciapre o scalda collo pesanti che vadano a coprire naso e bocca.

TRONCO

Come anticipato in precedenza meglio uno strato, ma di qualità. Mettere 10 magliette per ricercare i vantaggi dati da una termica ci porta fuori strada.

Le classiche pettorine catarifrangenti sono un buon rimedio contro l’aria fredda e secca, ma attenzione che comporterà un incremento della sudorazione. Indispensabili per la corsa notturna per permetterci di fare attività in totale sicurezza, fate in modo di iniziare l’allenamento con un buon grado di idratazione, con conseguente reintegro post attività.

GAMBE

Adesso arrivano i grandi dubbi!!! C’è chi non abbandona mai il pantaloncino nonostante le basse temperature, e c’è chi opta per l’utilizzo di calzamaglie o gambali. Faccio parte del primo gruppo di pensiero, ma a patto che siano indumenti attillati e che favoriscano il riscaldamento. I pantaloncini larghi possono causare pubalgie o problematiche muscolari causate dal contatto diretto tra aria fredda e superficie corporea. Per chi usa calzamaglie è importante che calzino a pennello, che non siano ne  troppo larghe ne troppo strette da limitare la libertà di movimento. Per attività a bassa intensità è preferibile indossare calzamaglie o gambali.

MANI

Quando corriamo  la circolazione a livello periferico diminuisce, perché la maggior parte del nostro sangue sarà dirottato ai muscoli interessati al movimento. Un minor apporto di sangue comporta un “ raffreddamento”   della zona interessata, rendendo doloroso il ritorno a temperature normali.

Per questo è opportuno utilizzare dei guanti idonei alla corsa.

Non permettiamo al freddo di fermare la nostra corsa. Bastano dei semplici accorgimenti per permetterci di correre in totale sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *